io mamma

Nella gestione delle piccole ferite, un pronto intervento immediato è l’ideale per evitare eventuali peggioramenti. Un’attenzione particolare va dedicata alle ferite dei bambini e alla loro gestione.



Di seguito le cinque regole d’oro per le mamme:

  • Quando si tagliano, si bruciano o si causano abrasioni cadendo, i bambini possono impressionarsi facilmente alla vista del sangue e spaventarsi molto a causa del dolore.
    La gestione dell’ansia che provano in quel momento è il primo passo da fare prima di intervenire con la disinfezione, l’applicazione di un prodotto adeguato e l’eventuale copertura.

  • È importante che le mamme mantengano la calma e usino un tono rassicurante.
    Se si tratta di piccoli incidenti, inoltre, la cosa migliore è provare a sdrammatizzare per far capire al bambino che quanto è successo non è grave.

  • Una volta ottenuta l’attenzione del bambino, è importante farsi spiegare come si è procurato la ferita, soprattutto quando non capita dentro casa e il rischio di oggetti infettati è più elevato (ad esempio materiali arrugginiti).

  • A questo punto si spiegano al bambino, con parole semplici, le azioni da compiere per fare in modo che la ferita guarisca presto. Rendere partecipe il bambino delle varie fasi della cura e coinvolgerlo in alcuni aspetti della gestione (es. il lavaggio della ferita o l’applicazione del cerotto), lo aiuterà a non avere paura e permetterà alla mamma di svolgere correttamente tutti i passi necessari.

  • Per rendere più semplice e proficua la gestione delle piccole ferite, è consigliabile condividere con il bambino, in via preventiva, le azioni da compiere quando ci si taglia, sbuccia o brucia. Se si fa attraverso il gioco, il bambino apprenderà più facilmente e diventerà più responsabile, potendo affrontare autonomamente e correttamente la situazione.

 

 

L'ANGOLO DELLA RIFLESSIONE

Le mamme sono abituate a portare sempre con sé alcuni oggetti che cambiano in base all’età del bambino, come ad esempio pannolini, fazzoletti di carta/salviette, merendine e giocattoli.
Molto spesso tra questi non sono inclusi prodotti utili alla gestione delle piccole ferite, invece, averli a portata di mano sarebbe l’ideale, perché prima si interviene, minori sono le probabilità di complicanze. Inoltre, può tornare utile non solo ai bambini ma anche agli adulti.
 

UNA PICCOLA FERITA PER OGNI ETA'

Le piccole ferite ci accompagnano nel nostro percorso di crescita, a volte sono legate anche ad alcuni ricordi del passato.
Sicuramente in base all’età ci sono ferite più comuni.
E’ bene quindi ricordare che la spericolatezza dei bimbi li esporranno più facilmente a tagli o abrasioni, mentre gli adolescenti dovranno fare i conti con l’acne più o meno invasiva.